EOC: middle a Svizzera e Danimarca

10015640_631064853645511_1609658314139940063_nQuesta mattina è stato assegnato il secondo titolo Europeo di questi EOC in Portogallo. Giornata di middle distance, oggi, con al via circa 100 atleti per entrambe le categorie. Questo fatto anormale è dato da un errore tremendo degli organizzatori che, nella qualificazione, avevano posato male ben tre punti. E’ stato deciso, infatti, di far correre tutti gli atleti che avevano preso parte alla gara. Un’ottima notizia per i nostri italiani che si sono aggiudicati una seconda chance su questa distanza. 

La gara si svolgeva in un bosco velocissimo (con tratti sulla sabbia) dalle poche parti tecniche ma con molti dettagli del terreno. In generale una gara scorrevole.

Middle distance men
Middle distance men

Oggi, tranne il live centre per quelli che seguivano la gara da casa, sembrerebbe che tutto il resto riguardante la gara, i risultati sul posto, i tracciati e la posa punti sia funzionato per il meglio. Finalmente!

em14_mittel_podest_maennerTra gli uomini vince lo svizzero Daniel Hubmann (32’23”), quattro volte Campione del Mondo e spesso predominante in molte gare internazionali. In seconda posizione il connazionale Fabian Hertner e a seguire l’undici volte Campione del Mondo Thierry Gueorgiou. Miglior italiano Marco Seppi (38’15”) in 63^ posizione, poco dietro, Alessio Tenani 70° (38’52”). Giacomo chiude 89° con il tempo di 41’19”. Per lui una gara regolare con qualche imprecisione in due punti per un totale di circa 1’30” di errore rispetto agli altri italiani. Ci racconta che resta comunque soddisfatto della sua gara e che si sia divertito molto nonostante sia partito per primo e non aveva nessuna traccia in bosco.

10253819_631068390311824_8913652024607894401_nLa danese Signe Søes vince la categoria femminile (30’45”). Fino ad ora, il suo miglior risultato era stato nel 2010 quando aveva vinto la medaglia di argento ai Campionati Europei in Bulgaria dietro alla svizzera Simone Niggli. Dietro di lei la connazionale Maja Alm e terzo posto per la giovane svedese Tove Alexandersson (vittima di un problema con del filo spinato incastrato nei suoi capelli che, forse, non le ha fatto vincere l’oro – articolo). Miglior piazzamento italiano per Michela Guizzardi 49° (37’03”). Carlotta, invece, chiude 71^ in 39’22” e Nicole, vittima di un piccolo infortunio nella qualificazione long ha corso più lentamente e risulta 89^ in 43’17”.

Domani mattina al via la finale della long distance dove verrà assegnato il penultimo titolo europeo di quest’anno e dove correrà Carlotta, unica italiana qualificata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi