World Orienteering Day in Primiero

Mercoledì 24 maggio si è svolta in tutto il mondo la seconda edizione del WOD, World Orienteering Day, con l’organizzazione di oltre 2150 eventi in 63 nazioni con quasi  200.000 persone che hanno partecipato alle varie proposte.

In Primiero si sono svolte varie attività scolastiche organizzate, dai vari istruttori delle due società locali, che hanno interessato tutte le scuole primarie.

Inoltre come U.S. Primiero, con la collaborazione di alcuni istruttori del G.S Pavione, abbiamo proposto un attività, adatta a tutti, al campo di calcio di Mezzano.

All’incirca 90 persone hanno partecipato al campetto al centro sportivo di Mezzano, divertendosi con una prova speciale al debutto per l’occasione.

I ragazzi, a partire dal centro di avviamento allo sport, passando per i corsi promozionali e i ragazzi  che praticano costantemente l’orientamento, fino ai ragazzi delle squadre nazionali , hanno potuto mettersi alla prova su 33 percorsi differenti per lunghezza e difficoltà.

La serie completa delle foto al seguente link: https://goo.gl/photos/Vz3WyjxzccXcHYVp9

Vi aspettiamo ai prossimi appuntamenti e per la prossima edizione!

Visitate il nostro sito per ulteriori informazioni della nostra sezione.

Pierpaolo

3° weekend di Coppa Italia

Questo fine  settimana facciamo i grandi;

due gare e due articoli!!! (;-))))

Questa settimana l’ U. S. Primiero ha partecipato ai due giorni di coppa Italia organizzata dall’ Erebus Vicenza.
Abbiamo corso una sprint il sabato a Marostica, e la domenica una “sassosissima” long molto impegnativa sia dal punto di vista fisico che tecnico.
Alcuni nostri atleti sono riusciti a portare a casa delle belle gare pulite, mentre altri hanno pagato le difficoltà dei percorsi sapientemente tracciati da Cristian Bellotto.
Complimenti a tutti i piazzati e non!
E appuntamento alla prossima settimana con i due giorni della Valsugana

Davide

Si è concluso anche questo weekend di Coppa Italia per noi dell’U.S. Primiero a Marostica(sprint) e Monte Corno(long) con ottimi risultati.

Sabato a Marostica c’è stata la gara sprint, gara abbastanza semplice tecnicamente ma molto dura sul piano fisico, anche per la presenza di pioggia(a momenti molto forte). I nostri podi sono stati: cat. M12 3° Gaio Paride e 2° Corona Mattia; cat. W YOUNG la vittoria per Pradel Anna; cat. M ELITE secondo Zagonel Giacomo, cat. W 45 vittoria per Doff Sotta Maria Claudia.

Domenica a Monte Corno si è disputata la gara long su un terreno non molto semplice e quindi la possibilità di sbagliare, dove si alternavano tratte abbastanza semplice e corte con altre più lunghe e complicate. Ricordiamo i podi di Corona Mattia e Gaio Paride nella categoria M12(2°e 1°); De Bona Davide primo in M14; le vittorie di Pradel Anna e Brunet Lorenzo in W16 e M16; seconda Maschio Giulia in W18; in M40 secondo Rigoni Carlo; cat.W50 seconda anche Doff Sotta Maria Claudia; nella categoria W55 la vittoria di Marcantoni Antonella; in M60 terzo Taufer Piero e in M65 secondo Depaoli Lorenzo.

Carlo

Relay Of The Dolomites: Double!!!!

RELAY OF THE DOLOMITES: RIVINCE PRIMIERO!

VAL GARDENA (BZ):

A monte Pana domenica scorsa si è tenuta la seconda edizione della staffetta internazionale “Relay of the Dolomites”, dove la formazione del U.S. Primiero si è riconfermata vincitrice, riuscendo addirittura a migliorare la prestazione dello scorso anno, piazzando ai primi 2 posti le proprie staffette battendo la forte squadra svizzera OLV  Oberaargau A.

Alla competizione erano presenti ben 74 team con concorrenti provenienti da 8 nazioni.

La squadra Primiero A , formata da (Mattia Debertolis, Nicolas Loss, Marco Orler, Viola Zagonel e Giacomo Zagonel) ha vinto la competizione in 3h:13′:59″ superando la squadra Primiero B (3h:22′:16″), che vedeva al lancio Fabio Brunet, Lorenzo Brunet, Anna Pradel, , Nicole Scalet, e Manuel Negrello. Dopo il team elvetico OLV Oberaargau (3h:22′:28″) da segnalare anche il 4° del GS Pavione.

Grande soddisfazione per la società, che oltre le due staffette premiate è riuscita a classificare anche altre 4 squadre. Il risultato va a premiare il continuo lavoro svolto con i giovani a partire dai corsi promozionali fino all’attività agonistica.

Da segnalare inoltre anche i podi individuali di Rachele Gaio (2^ ) e Viola Zagonel (3^) nella competizione denominata “Queen and King of the Hill”, tratto cronometrato di salita a fianco dei trampolini di salto di Monte Pana!

Nessuna pausa per la società, visti i prossimi appuntamenti del calendario nazionale e soprattutto gli impegni nell’ organizzazione del prossimo evento biennale internazionale, la 1^ edizione del “Primiero Orienteering Week” nella quale sono previsti all’incirca 1000 concorrenti provenienti da circa 20 nazioni.

Infatti subito dopo la seconda edizione della “Primiero Marathon”, dal 4 all’8 luglio nei bellissimi boschi della Val Venegia, di Passo Rolle, di San Martino e fra le vie dei comuni di Primiero si terranno 5 giorni di gare di orientamento, che permetteranno ai corridori italiani e stranieri di correre nuovamente sui terreni dei Mondiali Junior del 2009 e dei mondiali Studenteschi del 2011.

Per ulteriori informazioni https://www.dolomiti3days.com/

 

Daiano

Domenica 30 aprile si è svolta a Daiano in Val di Fiemme una gara regionale middle di Coppa del Trentino.

Siamo partiti molto presto con i nostri 4 pulmini e una macchina, 43 atleti di cui quasi la metà under 14.Arrivati ci attendeva un bel sole che splendeva sopra ad un parco giochi di cui i ragazzi più piccoli si sono subito “innamorati”!La mattinata iniziò così e, dopo esserci cambiati, un po’ alla volta, rispettando gli orari, ci avviammo verso la partenza che distava circa 15 minuti dal ritrovo.

La gara diventava difficoltosa in base alle categorie, con dei verdi e delle tratte non molto scorrevoli, ma quasi tutti sono tornati felici e soddisfatti del proprio lavoro.Dopo la gara abbiamo pranzato chi con un panino e chi con un piatto di pasta, ma sempre in compagnia.

Nel pomeriggio abbiamo avuto ancora tempo di giocare o solo di raccontarsi qualcosa fino a quando non sono arrivate le premiazioni.Dopo la lunga giornata era ora di tornare a casa e allora, risaliti tutti sui pulmini,  si ritorna a Primiero. 

I risultati: M12 Mattia Corona e Paride Gaio occupano i primi due posti del podio, M14 Davide De Bona si aggiudica la vittoria, M16 vince Marco Orler e in terza posizione Nikolas Loss,  M55 Patrizio Orler in terza posizione in ME Fabio Brunet è quarto per solo un minuto.

W14 Rachele Gaio vince la categoria con alle spalle Nicole Riz che guadagna la seconda posizione, W16 Anna Pradel in seconda posizione, W18 Giulia Maschio è in terza posizione, W45 Doff Sotta Maria Claudia e Grabar Cristina occupano le prime due posizioni invece in W55 Antonella Marcantoni è seconda, in WE c’è il podio tutto primierotto composto da Viola Zagonel, Nicole Scalet e Francesca Taufer.

Da ricordare il Trofeo Minela dedicato all’atleta più veloce al km/sforzo vinto in campo femminile da Rachele. 

Rachele.

 

Gemellaggio Trentino-Salzburg a Mauterndorf

Noi ragazzi dell’Unione Sportiva Primiero (Alessia, Davide, Eleonora, Lorenzo, Marco, Nicole, Paride, Rachele, Tommaso insieme ad Aldo) e altre società del Comitato Trentino, con i relativi allenatori, siamo partiti la mattina del 13 aprile da Fiera di Primiero per andare a Mauterndorf, dove saremmo stati quattro giorni per partecipare ad alcuni allenamenti di orientamento, in occasione del gemellaggio con il comitato Salzburg di orienteering. Eravamo un bel gruppo, in buona compagnia, il viaggio è stato abbastanza lungo ma per niente noioso, perché c’erano davvero bei paesaggi e località a noi nuove.

Dopo aver passato il confine a un’ora circa dalla destinazione ci siamo fermati nel Millstätter See ed alcuni di noi si sono cambiati per rincorrere i cigni del lago o semplicemente per farsi una nuotata; altri invece hanno preferito bagnarsi solo le gambe o lanciare sassi sulla superficie del lago per fare a gara a chi li tirava più lontano.

Dopo questa piacevole pausa siamo ripartiti e siamo arrivati a Mauterndorf, nell’Hotel Mauser, dove ci aspettava il coordinatore della trasferta. Con calma, in inglese e con la traduzione di Aaron, ci ha spiegato come si sarebbero svolti i quattro giorni di ritiro e gli orari della cena, dopo di che abbiamo sistemato le nostre cose in camera.

Poi eccoci per il primo allenamento, che si è svolto nel paese di Mauterndorf, su di un percorso misto tra urbano, in campo aperto e alcuni tratti in bosco, abbastanza lungo, circa 5 km per i più esperti, ridotto per i più piccoli (10 – 13 anni) a 10 lanterne sulle 21 totali. Per fortuna pianeggiante con pochi dislivelli, il tempo era splendido anche se la temperatura un po’ fresca.

Dopo aver mangiato abbondantemente, ci siamo salutati e siamo saliti nelle rispettive camere o nel corridoio dove c’era un divanetto; abbiamo giocato, chiacchierato, scherzato ma poi è arrivata l’ora del dormire.

Alzati alla buon’ora siamo scesi per una buona e “leggera” colazione “alla tedesca”, salumi, panini, formaggi.

La mattina del secondo giorno l’allenamento è stato organizzato nella località di Fernwald, a circa quindici minuti dal paese. I percorsi cambiavano in base alle capacità tecniche dei partecipanti, ogni gruppo aveva uno stesso percorso che andava eseguito due volte ma con riferimenti diversi da seguire. Alla fine dell’allenamento siamo tornati all’hotel per riposarci e per pranzare; il pranzo era appetitoso e saporito. Poi, la maggior parte di noi,  sono andati a saltare sui grandi tappeti elastici che erano compresi nell’hotel, o nel campo di beach volley, sempre compreso, come la sala giochi, con il biliardo, il calcetto o il ping pong. Ogni sera le ragazze contro i ragazzi, e ognuno cercava di “conquistare” per primi i tappeti elastici, a differenza dei grandi che giocavano nella sala giochi o a pallone.

Verso le 16:00 siamo partiti verso Mariapfard – Niederrainwald per il secondo allenamento che era impostato secondo vari gradi di difficoltà.

La mattina del giorno di Pasqua siamo andati alla Messa Pasquale, che era in tedesco. Tornati dalla messa abbiamo fatto un allenamento un po’ diverso dal solito: c’erano undici lanterne su ognuna delle quali c’erano due lettere, che messe insieme alle altre formavano la parola: “Buona Pasqua” e la sua traduzione in tedesco: “Frohe Ostern”. Poi portavamo la “scheda delle parole” completa per farla controllare e ricevere un piccolo premio di Pasqua.

Alla fine di questo ritiro, siamo partiti per fare una gara a St. Andrä im Lungau: è stata molto bella, era divisa nelle varie categorie ed era quasi tutta nel bosco, tranne qualche tratto di prato. Alla fine della gara, dopo la premiazione, siamo ripartiti per tornare a casa.

Il gemellaggio è stato piacevole e spassoso, ma ha anche sviluppato la nostra conoscenza riguardante tanti aspetti dell’orientamento.

 

Eleonora Zugliani (con la collaborazione di Alessia Rigoni)